Neumann Janos Lajos canticchiava una filastrocca sulla riva destra del Danubio, vicino al ponte delle Catene, col suo freddo moccioso nasino che sembrava voler annusare i vortici e le correnti danzanti nel Blu, all’ombra del bianco Parlamento di Buda.

L’indomani avrebbe compiuto sei anni e talvolta doveva parlare tra sé in greco antico, per meglio poter esprimere qualche nuovo risultato dei suoi perenni calcoli, inventando parole nuove e mischiandole ai numeri. Forse aveva già calcolato la possibilità, data la recente investitura imperiale, di dover cambiare presto nome: aveva almeno il 75 % di possibilità di prendere un cognome Tedesco, magari un bel Von davanti ! Ma se voleva davvero diventare uno dei massimi e coraggiosi ispiratori del Mondo Nuovo, c’era anche una probabilità piuttosto alta, circa il 37 % che dopo la Germania sarebbe stato invitato in qualche università del nuovo mondo, in America, dove poter accedere più liberamente a laboratori, teorie ed esperimenti, lontano dalla noiosissima vita nobiliare europea.

Si sarebbe chiamato John! Come un aviatore! John Von Neumann! Il creatore di mondi. Se guardate l’elenco degli studi e delle scienze investigate da Von Neumann ci sono le basi non solo di tutto il Novecento ma anche di questo inizio del nuovo Millennio.

Era sicuramente molto molto molto improbabile pensare di poter prevedere ogni cambiamento di ogni vortice e di ogni corrente, considerando tutto l’insieme, fino alla fine dello scorrere del Danubio. Si potevano però cominciare a creare dei sottoinsiemi. Poi esplorare ogni categoria di insieme e all’interno d’ognuna poteva essere applicato un metodo ridondante, automatico, fino ad arrivare al movimento di una goccia all’interno di quel vortice o corrente in un t0 quindi fare qualche buona previsione per t1

Von Neumann made major contributions to many fields, including mathematics (foundations of mathematicsfunctional analysisergodic theorygroup theoryrepresentation theoryoperator algebrasgeometrytopology, and numerical analysis), physics (quantum mechanicshydrodynamics, and quantum statistical mechanics), economics (game theory), computing (Von Neumann architecturelinear programmingself-replicating machinesstochastic computing), and statistics. He was a pioneer of the application of operator theory to quantum mechanics in the development of functional analysis, and a key figure in the development of game theory and the concepts of cellular automata, the universal constructor and the digital computer.

Automa Cellulare Digitale

Gates, Jobs, Zuckemberg e gli altri di Google sembrano a confronto solo dei bravi studenti, qualcuno fin troppo fortunato visto come sta non molto intelligentemente crescendo la Creatura, anche se con profitto e sempre Pentagono permettendo. Bezos non so neanche dove metterlo se non tra gli squali. Musk è un già semidio ( tanto che pare che lui stesso sia stato ispirato fin da piccolo a raggiungere Marte da un romanzo di P. Dick, in cui un certo Musk era considerato fondatore della civiltà marziana e una specie di Cesare, fino a divenire un epiteto nobiliare ). Dunque negli Stati Uniti i risultati, le implicazioni ed applicazioni in tutte le materie e tecnologie di Von Neumann sono da decenni, sicuramente non solo negli USA ma soprattuttto, la materia prima più preziosa.

Le categorie merceologiche sono state associate alle categorie sociali, ai gusti personali, alle identità regionali, ad ogni sottoinsieme possibile ed individuabile. Fatti 1000 gruppi omogenei, invece di 1 miliardo di soggetti disomogenei, si comincia ad applicare un modello di informazione, o di informatica, che automaticamente ripete e si adatta ai nuovi dati, con lo scopo di raggiungere un obiettivo. Così funziona l’intelligenza artificiale, sui cervelli elettronici; si adatta ai cambiamenti perseguendo uno scopo preciso. Finché lo scopo è vendere il giusto cosmetico o evitare che ai vegetariani arrivino spot del prosciutto, è del tutto accettabile e persino utile. Ma è evidente che qualcuno stia già da tempo mettendo altri obiettivi, oltre a quelli del marketing commerciale, a questo sviluppo. I soggetti vengono continuamente rinforzati da dinamiche di gruppo a stare in quella categoria di partenza. Non ci sono solo filantropi, sociologi e psicologi. Ci sono anche neurologi, misantropi, biochimici, maghi dell’illusione.

Possono poi creare nuove categorie e portarvi un intero gruppo a farne parte, fino a identificarsene. Distruggere una personalità e crearne una nuova, inventata, senza che l’individuo ne soffra anzi innamorandosene a tal punto da farla propria come l’originaria.

Qualcuno dice che in un sottomarino nella baia di Seattle ci sia il grande pulsante rosso che può spegnere The Internet, nel caso la situazione sfuggisse al controllo. Non so se è vero ma l’immagine è molto efficace, un po’ come il cowboy del Dr. Strangelove.

Di certo degli strumenti, delle teorie, delle scuole di pensiero sono state messe a disposizione, diciamo pure fortemente incentivate nelle università americane più prestigiose, aspettando che qualche brillante studente trovasse l’applicazione civile giusta per avviare la costruzione della parte socioeconomica dell’internet, in modo si strutturasse dal basso della piramide, auto organizzato, dall’idea dei nostri stessi adorabili figlioli geniali e un po’ ribelli ma in fondo simpatici; non sarebbe mai stato accettabile qualcosa di imposto dal governo ufficiale o di votabile. Il Pentagono, il vero organo supremo di controllo degli USA ( parola di Limes ) detiene comunque de facto il potere su ciò che viene prodotto dalle invenzioni nella Silicon Valley, finta pirateria compresa.

La Silicon Valley è in pratica il proseguimento, industrializzato e garantito da risorse finanziarie enormi, dei laboratori californiani degli anni Settanta, dove si incoraggiava alla libera associazione di pensiero, alla multi disciplina e all’uso dell’ LSD: ed è subito Auxley, già semi citato. Ma poco fa ho trovato una citazione molto illuminante sulla pornografia gratis e su tutto quel proliferare di identità sessuali mixate sul nascere e rinforzate a tifoserie fino all’ossessione, che attraversano i cervelli degli adolescenti di oggi.

Man mano che la libertà politica ed economica diminuisce, la libertà sessuale ha tendenza ad accrescersi a titolo di compenso. E il dittatore sarà ben accorto a incoraggiare questa libertà. Aggiungendosi al diritto di sognare sotto l’influenza di droga, del cinema, della radio, essa contribuirà a riconciliare costoro con la schiavitù che è il loro destino.

Auxley scriveva negli anni 30 e parlava di dittatori in quanto quello fu il periodo d’oro delle dittature. Non dobbiamo di certo immaginare oggi al suo posto un oratore in uniforme che aduna le folle; provate ad immaginare uno che affascina un po’ tutti.

Questa persona, chiunque sia, non avrebbe più bisogno oggi di un consenso elettorale ma di uno esclusivamente mediatico, dove per media intendo il senso medianico, un ente che appaia come magico, predittivo, uno sciamano e uno scienziato infallibile.

Potrebbe nascondersi dietro ad una macchina come ad una maschera – A.I. – o essere la maschera ad essere diventata il medium.

Deep Mind fa paura persino a un pioniere coraggioso come Elon Musk: il recente documentario di Sky è abbastanza inquietante. Molti di noi hanno già familiarità con il prossimo momento di singolarità nello sviluppo dell’intelligenza artificiale e dell’abissale salto nel vuoto della storia del pensiero: nessuno sa quali saranno le reali conseguenze sull’umanità e sul futuro dell’intera biosfera.

Forse per la prima volta nella storia, conoscere il problema non sarà affatto utile; forse sarà un balzo evolutivo decisivo e salvifico. Forse AI deciderà che i delfini siano davvero più adatti a gettare le basi per una specie multiplanetaria, acquaformando Marte e colmando i nuovi oceani di coralli, gamberetti e sardine. Forse si mischierà a tutti gli esseri viventi e realizzerà la Gaia di Asimov, dove avviene una perfetta deificazione di ogni forma vivente planetaria in un unica coscienza collettiva, sacra e ultraindividuale.

Asimov, oltre alla prima trilogia della Fondazione e al ciclo dei Robot, negli ultimi tempi…

つづく