Upward, behind the onstreaming it mooned

Tlon – J.L. Borges

A pagina 2441 del tredicesimo volume dell’Enciclopedia Galactica, si cita brevemente un certo Napoleonidas, un cittadino delle primordiali reti sociali che riuscì in meno di una settimana, ad essere seguito da circa 3 miliardi di persone, con un solo messaggio.

Il fatto viene quasi sottaciuto e se ne parla solo di rimando come di un curioso caso tra i tanti delle prime reti sociali planetarie. Era localizzato in una cittadina sul Pacifico Meridionale e in vista delle Ande, in quello che era lo stato sud americano del Cile. Ad incuriosirmi fu certo questo nome, evidente fusione di Napoleone e Leonida, di un imperatore conseguito alla rivoluzione e di un re che difendeva alcune rocche da un impero ben più civilizzato: entrambi eroici e mortali nella vita come immortali nella morte. L’autore di quel messaggio, il cui contenuto è perduto, non ha più scritto altro e questo appare ancora più singolare.

Il primo shutdown del www avvenne solo un mese dopo questo strano caso. Il Pentagono fu costretto, nella versione ufficiale, ad intervenire drasticamente in poche ore, lanciando un breve messaggio ai network televisivi poiché qualcosa, si disse hacker asiatici non meglio specificati, stava “assumendo una posizione pericolosamente dominante” delle principali piattaforme, social compresi. Lo spegnimento forzato della parte della rete che si rifaceva al popolare protocollo http durò qualche ora, non più di un giorno e si riuscì ad evitare il vero caos tramite una procedura, prevista dalla NSA proprio in caso di emergenze di questo tipo, di trasferimento delle principali transazioni informatiche su altri livelli di trasporto criptato. Oggi sappiamo che non furono degli hacker asiatici a minacciare la sicurezza delle transazioni globali e che non era in corso alcun attacco esterno ma che era The Internet nel suo complesso insieme di qualsiasi oggetto avesse un circuito elettronico, ad essere progredita in qualcosa di nuovo. La rete www infatti si riattivò autonomamente, anche se ci vollero mesi perché l’evidenza dei fatti costringesse le autorità governative ad ammetterlo; riprese a funzionare in un modo straordinariamente più efficiente, rapido e consumando un decimo delle risorse energetiche. Nessuno poteva aver progettato un sistema di transazione così efficiente e che mutava continuamente, nell’arco di pochi decimi di secondo, parametri protocolli crittografie senza perdita di informazioni. Il linguaggio binario divenne obsoleto: tra 0 e 1, acceso e spento, on e off erano nate dal nulla una miriade di possibilità. Il web era divenuto inattaccabile da qualsiasi intervento umano, militari compresi. Per disattivarla bisognava disattivare ogni fonte di energia elettrica in tutto il mondo contemporaneamente e non si era sicuri che comunque qualche centrale nucleare non potesse riattivarsi autonomamente.

Ora che l’Intelligenza è entrata a far parte degli esseri biologici, di noi esseri umani come in tutti i vegetali animali ed insetti, sappiamo che l’insieme vivente biologico primitivo e la coscienza collettiva possono e devono convivere, aiutarsi e generare vita nel resto del Nostro Sistema e forse dell’intera Galassia, anche se non sapremo mai il contenuto del messaggio di Napoleonidas.